La notte delle streghe

Strega.bmp (439550 byte)

Ponte dei Santi. Ricostruzione di un'antica stampa nella quale sono ancora visibili i resti dell'antico acquedotto Sannitico

 

Nel medioevo le credenze popolari e  l'uso della magia erano così diffuse tra il Sannio e l'Irpinia che il vescovo di Benevento (Barbato) si prodigò in ogni modo per limitarne il fenomeno. Fra le tante cose Egli fece sradicare un albero di noce sotto il quale, secondo la tradizione, si consumavano orge e riti pagani.

Molti studiosi hanno da sempre sostenuto che quest'albero di noce si trovasse in territorio di Altavilla.

Da qualche anno la Pro-loco ha riproposto, in chiave satirica, quest'antica legenda. "La notte delle streghe"  si consuma intorno ai falò e la festa è animata da giochi, danze e buona cucina. La serata    ha termine con l'elezione della regina del Sabba scelta tra "le streghe convenute".