Palazzo comitale ( sec. XV-XVI)

E’ considerato uno degli esempi più belli del "Rinascimento" campano. La fabbrica ,iniziata dal feudatario Andrea De Capua in occasione del suo matrimonio con Costanza di Chiaromonte (ex regina e moglie ripudiata del re Ladislao D’Angiò Durazzo) ebbe termine nella seconda metà del ‘500. Il palazzo, il cui aspetto non è quello di un castello turrito ma di superbo maniero, ornato di intagli pregevoli , ha forma quadrata, con ampio portale d’ingresso, cortile e scala a doppia rampa attraverso la quale si accede al piano nobile. I lavori di restauro, ormai in fase di ultimazione, permetteranno, di utilizzare il fabbricato come sede di attività connesse all'università di Benevento.

 

Palazzo Comitale (prima del restauro).bmp (715482 byte)      Portale interno con stemma della Famiglia De Capua.bmp (417294 byte)

                           Palazzo Comitale prima del restauro                                  Portale interno e stemma dei De Capua